Home

cartomanzia telefonica

Cartomanzia telefonica: I Tarocchi e la passione che conduce alle risposte

Consultazione degli arcani per trovare le soluzioni

Da sempre l’individuo ha ricercato nella natura e nel mistero le risposte alle sue domande. La lettura dei Tarocchi è la mantica preferita delle persone e anche per le e gli esperti esoteristi ha un fascino particolare. Oggi parliamo delle ragioni per cui questo avviene.

Volendo oggi presentare un elenco delle ragioni per cui i tarocchi sono molto utili anche per la ricerca personale ma passiamo subito al nostro elenco.

Quando parliamo dei tarocchi la prima cosa da dire è che rappresentano un ottimo medium per conoscere se stessi e per l’esplorazione dell’individuo in generale

Chiunque adotti questa pratica come costante nella sua vita sa bene che può leggersi negli arcani che emergono dal consulto. Si instaura quasi un rapporto duraturo tra consultante e mantica, in generale avviene anche con altri medium ma con i tarocchi talvolta questo legame diviene assai più saldo e costante nel tempo, vi si può leggere se stessi e anche aspetti di coloro che alle carte chiedono un responso.

Un altra ragione per cui esoteristi e amanti dell’occultismo scelgono questa mantica è il rapporto che i tarocchi hanno con la risoluzione delle questioni.

Presentare un problema ai tarocchi equivale a cercare una o più risposte come tutti sanno, ma la connessione di cui parlo poco sopra aiuta a trovare le soluzioni. Ecco perché molte persone si rivolgono solo a personale qualificato sperando di trovare la soluzione e la risposta ai quesiti posti. E i tarocchi hanno la potenzialità spesso di trovarle definendo anche i percorsi. Infatti la consultazione attraverso la cartomanzia delinea i profili passati, presenti e individua i percorsi per il futuro. Va anche detto comunque che il delineare dei percorsi è qualcosa che attinge ad un tempo ancora in divenire e che quindi le carte leggono taluni elementi focalizzandosi su quelli più sensibili. E questo è un altro punto fondamento della loro conoscenza per approcciarsi poi alla loro lettura. I percorsi in divenire sono sensibili anche alle scelte quindi qualcosa che potenzialmente può avvenire talvolta non risulta essere tale perché i soggetti coinvolti cambiano percorso. E questo spiega le risposte che taluni considerano errate ma che invece sono solamente basate sul potenziale in divenire. Infatti le ipotesi per il futuro sono molte e su queste giocano differenti elementi tra cui:

  • La volontà
  • L’azione individuale
  • La sorte
  • La costanza

Quindi porre un quesito è interpretare – successivamente – un potenziale percorso in definizione per il cartomante, poi sta alla persona sapersi giocare bene i suoi numeri per realizzarlo e scoprire quindi anche il potenziale di quelle persone che chiedono il consulto e le risposte agli arcani. Molte volte le persone non conoscono loro stesse e chiedere un aiuto esterno significa anche consentire ad esoteristi esperti di comprendere blocchi e situazioni in corso che non consentono di arrivare alle risposte. Per questo diciamo che c’è del potenziale che magari va solo sollecitato con un cambio di visuale o cambiando una strada che già si sta percorrendo, o magari da intraprendere in maniera differente.

Un altra motivazione per cui i tarocchi si amano è quella della creazione di una storia basata sugli arcani ma che incentiva il consultante a esprimersi anche se vuole, in maniera creativa. Questo spirito creativo è dato anche dal mazzo stesso. Dovete sapere che ogni mazzo ha qualcosa di particolare, le carte possono essere tonde, quadrate o rettangolari e avere una predominante di colore o una fusione di diverse cromie. Sono anche basati su miti e leggende alcuni mazzi e questo consente appunto lo sviluppo di una storia basata proprio sul significato delle singole carte e grazie anche ai colori e alle forme. Inoltre se ci si pensa disporre le carte secondo il parametro scelto, significa appunto leggere una storia, quella di chi chiede la lettura ma anche quella degli arcani stessi. Capire le carte richiede esperienza inoltre i tipi di lettura sono due e non uno solo come la maggioranza delle persone pensa. In realtà siccome le carte non hanno neanche tutte le stesse figure è facile cadere in tranelli e occorre tempo per capire il messaggio degli arcani ma comunque approcciarvisi è esso stesso un viaggio da percorrere. Dicevamo di due tipologie interpretative. Quella che tutti conoscono e poi quella matri lineare. Questa seconda tipologia interpretativa si basa su diverse filosofie da poco riemerse e osserva più la Dea che il Dio e per questo si differenzia dalla lettura patriarcale.

Le carte aiutano anche nella consapevolezza personale

Essendo arcani invitano letteralmente alla scoperta e all’emersione di fattori che magari sul piano conscio non si comprendono appieno. Ma non lo fanno con una terapia d’urto piuttosto come un invito ad osservare e osservarsi senza paure ataviche o remore. Talvolta questo loro svelarsi è solo per coloro che si approcciano ad esse con il cuore leggero quindi ci invitano anche a trasformare la paura e la tensione in amore e osservazione inconscia e conscia successivamente. La consapevolezza personale è anch’essa un viaggio da intraprendere. Esistono culture che dicono: conosci te stessa-o prima di fare altro la conoscenza del sé va cercata strenuamente e questo di fatto diviene un percorso che gli arcani con i loro messaggi possono aiutare e stimolare.

Secondo le filosofie matri lineari sogni, meditazioni e lettura delle mantiche sono tutte pratiche legate a quella che i popoli del passato chiamano medicina e che noi oggi definiamo olistica.

Trance, meditazione, lettura dei tarocchi e sogno sono tutte pratiche che possono connettere la persona al suo inconscio e dopo ciò anche all’inconscio collettivo per esplorare mondi che sul piano cosciente non potremmo comprendere. Questo è un altro merito della cartomanzia associata ad una vita condotta secondo talune tecniche esoteriche. Chi pratica da anni non è raro che si trovi a dover interpretare uno o più sogni legati magari ad una stesura pomeridiana eseguita con i tarocchi. Alcuni sogni vengono anche sollecitati da coloro che hanno una cultura animista o pagana al fine di trovare ulteriori sviluppi alle domande che vengono poste dal consultante.

Tutte queste ragioni sono alla base della passione di molte persone per la lettura delle carte e la scoperta è sempre qualcosa di emozionante.